Verso Nuove Rotte > Palazzo Rava

La terza anteprima ha avuto luogo venerdì 11 aprile 2014 presso le Cantine di Palazzo Rava (via di Roma 117, Ravenna) dalle ore 19. Nella prima parte della serata hanno partecipato Nicola Montalbini e Lucia Zavatta che hanno accompagnato il pubblico nel loro universo artistico attraverso la realizzazione di un’opera dal vivo, ricreando l’atmosfera intima propria di un atelier.

Nicola Montalbini è nato a Ravenna il 30 luglio del 1986. E’ iscritto presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna e non mangia animali. Vive e lavora fra Ravenna, Bologna e Rimini. Ha partecipato a diverse manifestazioni, fra le ultime si ricorda Premio Opera 2013, dove gli è stato conferito il Primo Premio.

Lucia Zavatta nasce a Rimini nel gennaio del 1990. Studia pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna; con gli animali ci vive, non se li mangia.

Nella seconda parte della serata, alle 21.30, il pubblico si è immerso in un’atmosfera densa di suoni e immagini sapientemente creati e contaminati da Juliano Dhembi ed Emmanuele Gattuso. La collaborazione ben collaudata fra i due artisti ha portato avanti un discorso di interazione fra audio e video in una continua mutazione, dopo “Interior Mirror” ha dato vita ad “Interior Voices“, performance che ha preso vita alle Cantine di Palazzo Rava, primo frutto dell’incontro con l’associazione V!RA 2019.

Juliano Dhembi è un visual artist, che sfrutta gli spazi per creare sempre un’ interazione fra video, audio e pubblico. Il suo progetto “ Interior” è un amalgama di pensieri e ascolti visivi.  – “Quando sento qualcosa, vedo qualcosa!” – (vimeo.com/julianodhembi)

Emmanuele Gattuso non è solo un artista, è un affermato progetto camaleontico che sfugge alle categorizzazioni. Supportato dalla deepwhitesound (USA), è di imminente uscita “Voices”, il cui predecessore, il visionario “Plaything” (deepwhitesound, 2013), ha raccolto diversi consensi nelle testate di settore. Vanta numerose collaborazioni internazionali e non con artisti di vario genere che curano l’artwork o ospitano la sua musica nei loro spazi. (www.emmanuelegattuso.comfacebook.com/emmanuelegattuso emmanuelegattuso.bandcamp.com)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *